Le prestazioni del FONDO EST

in vigore dal 1° gennaio 2012

Fondo Est, come molti altri fondi di assistenza sanitaria integrativa, ha affidato il proprio servizio di copertura sanitaria a Unisalute, società leader in questo campo.
Oltre alla possibilità di ricevere il rimborso dei ticket per le prestazioni effettuate, l’iscritto può usufruire di una rete di accordi, sviluppata dalla società Unisalute, con gran parte dei soggetti che operano nella sanità (case di cura, laboratori di analisi, ecc.).
Usufruire di questa rete significa, per l’iscritto, assicurarsi prestazioni sanitarie senza dover anticipare alcuna somma, ad eccezione dei minimi non indennizzabili previsti dalle singole garanzie.

I servizi on line (Scarica la guida operativa)
Fondo Est offre ai propri iscritti un’area riservata ricca di comodi servizi per velocizzare e semplificare tutte le informazioni relative alle prenotazioni e tutte le informazioni sullo stato delle richieste di rimborso.
Collegandosi al sito www.fondoest.it si può accedere all’Area riservata e, tramite la propria username e password, è possibile:

  • prenotare direttamente on line presso le strutture convenzionate le visite o gli esami non connessi ad un ricovero
  • consultare l’estratto conto on line per la verifica dello stato di lavorazione delle richieste di rimborso inviate
  • controllare lo stato della propria copertura assicurativa

Username e password vengono inviate all’iscritto a mezzo posta al momento dell’ingresso in copertura (ossia sei mesi dopo il primo pagamento).
In caso di smarrimento o di mancato ricevimento, potranno essere richieste inviando una mail all’indirizzo credenziali@fondoest.it, indicando nome, cognome e codice fiscale. Le credenziali verranno inviate all’indirizzo mail da cui è pervenuta la richiesta

Termini di prescrizione
Tutte le domande di rimborso devono essere inoltrate entro il termine di due anni dalla data di fattura o del documento di spesa che attesta la prestazione effettuata.

Tipologia delle prestazioni (dal 1° gennaio 2012)

Esclusioni

In quali casi non è operante il Piano sanitario